Tributi e ticket si pagano
al bar e in tabaccheria

sisalpay-pagoPA-2

Tributi, multe, ticket sanitari, bolli auto, rette scolastiche si possono pagare “sotto casa”: al bar dove si prende un caffé, in tabaccheria, nelle edicole, nelle ricevitorie. Farlo è più facile e semplice, una rivoluzione alla portata di tutti che avanza e diventa sempre più diffusa sul territorio grazie all’accordo siglato tra Sisal Group e Agenzia per l’Italia Digitale.

Il Gruppo ha infatti aderito al sistema pagoPA che consente di effettuare pagamenti elettronici verso Regioni, Comuni e pubbliche amministrazioni aderenti attraverso il circuito SisalPay. Con l’avvio del servizio negli oltre 40mila punti fisici, il canale del brand per i Servizi di pagamento del Gruppo guidato dall’ad Emilio Petrone, rappresenta la rete distributiva più estesa e capillare a disposizione del cittadino in cui poter saldare i conti in via telematica. L’hub nazionale, iniziativa strategica nel percorso di digitalizzazione della pubblica amministrazione permette a cittadini e imprese di pagare in modalità elettronica con standard uniformi che garantiscono sicurezza, semplicità e flessibilità. E sono già più di 10.500 amministrazioni attive sulle 15 mila che hanno aderito al progetto.

Sisalpay-logo

Sisal Group si pone così al fianco della pubblica amministrazione come partner di innovazione tecnologica, per partecipare al cambiamento e sostenere l’evoluzione digitale del Paese, mettendo a disposizione di tutti l’esperienza nell’utilizzo e nella fruizione semplificata dei servizi di pagamento. Testimonianza della capacità di innovare continuamente e rispondere concretamente ai bisogni di consumatori e cittadini. In particolare attraverso il brand per i servizi di pagamento SisalPay, la sua rete fisica e le sue digital properties, è il punto di contatto privilegiato fra imprese, PA e fruitori di servizi.

Oltre 13,5 milioni di clienti, più di 40.000 punti vendita, circa 200 milioni di transazioni gestite all’anno, oltre 500 servizi di pagamento e accordi con più di 100 partner: sono i numeri di un modello di successo capace di portare il volume d’affari del solo marchio SisalPay dagli iniziali 100 milioni di euro di pochi anni fa agli oltre 8 miliardi di euro del 2016 . Ciò è stato possibile anche grazie a forti investimenti (superiori ai  100 milioni di euro) per sviluppare la propria rete di servizi e consentire i pagamenti cashless. L’attivazione e la concretizzazione del percorso di integrazione con l’hub digitale dei pagamenti è solo l’ultimo tassello di un mosaico di attività che posiziona il brand per i Servizi di Pagamento del Gruppo Sisal quale best practice al servizio del Paese.

SHARE THIS