Nasce la Repubblica, si riparte
fra speranze e idee nuove

Atto-fondazione-Sisal

Il 1945 è l’anno della fine della Seconda Guerra Mondiale. C’è chi lo ha definito l’anno dello “spartiacque” del XX secolo, tra l’età della catastrofe e la successiva età dell’oro.
Ma il 1945 è anche l’anno che – dopo le conferenze di Yalta e Potsdam – disegna un’Europa nuova, contrapposta, simboleggiata dalla “spartizione” di Berlino. Il 2 giugno 1946 si tengono le elezioni per l’Assemblea costituente e il referedum che segna la fine della monarchia e la nascita della Repubblica. Il primo giugno fu eletto presidente Enrico De Nicola che conferì l’incarico di formare il governo ad Alcide de Gasperi.
È un dopoguerra complesso per il nostro Paese, ma dal quale nascono tante storie positive che danno agli italiani la speranza e l’opportunità di ripartire, e tra queste ricordiamo la mitica schedina Sisal ideata da tre amici e giornalisti Massimo Della Pergola, Fabio Jegher e Geo Molo che daranno forza al progetto comune di “ridare vita allo sport italiano”. Infatti fondarono a Milano Sport Italia S.R.L Sisal.

SHARE THIS