Il Gruppo Sisal investe 20 milioni
per i servizi di pagamento

Sisal_Emilio_Petrone

Adeguarsi alla velocità dei tempi significa tener testa a un progresso inarrestabile. È all’insegna di questo flusso di trasformazioni che temi come l’innovazione, la digitalizzazione dei servizi per il potenziamento della userexperience, gli evoluti sistemi di pagamento e le ultime creazioni della robotica sono stati protagonisti dell’EY Capri Digital Summit, dal 4 al 6 ottobre.

Tre giorni densi di dibattiti, oltre 450 partecipanti, 80 relatori provenienti da diverse realtà aziendali, esponenti del mondo accademico, dell’industria e delle Istituzioni: un piacevole clima di confronto ha animato una platea curiosa e attivamente stimolata attraverso vere e proprie isole digitali, spazi in cui i partecipanti hanno avuto la possibilità di testare le soluzioni digitali all’avanguardia già presenti sul mercato. Gli interventi hanno toccato punti di interesse comuni come l’incalzante trasformazione che coinvolge ilsettore dei media, la mobilità, il turismo e le città ‘intelligenti’, attraverso tavole rotonde e interviste, con una continua interazione.

Tra i relatori protagonisti è intervenuto anche Emilio Petrone, Ceo del Gruppo Sisal, sottolineando il contributo all’innovazione e alla digitalizzazione del Paese e dichiarando la volontà dell’azienda di compiere un importante investimento per innovare la rete di pagamenti del brand SisalPay. Un giro d’affari di 8,7 miliardi di euro, oltre 13,5 milioni di clienti, più di 40.000 punti vendita, circa 200 milioni di transazioni gestite all’anno: sono questi i numeri del brand dei servizi di pagamento del Gruppo Sisal, che ha sviluppato un modello di servizi digitale per il retail, che prevede la possibilità di erogare servizi di pagamento, tra cui alcuni legati all’e-commerce in modalità online, con  il connubio tra la tecnologia digitale e la fisicità dei punti vendita, rappresentando un’evoluzione dei modelli di consumo e un’importante opportunità per Imprese e PA per accorciare la distanza con utenti e cittadini.

“La rete per i servizi di pagamento rappresenta uno degli asset più importanti del Gruppo Sisal e oggi conta oltre 40mila punti vendita in tutta Italia. La crescita nel tempo è stata non solo numerica, ma anche tecnologica, attraverso stanziamenti mirati per garantire una rete sempre all’avanguardia. Oggi, grazie ad un nuovo investimento di oltre 20 milioni di euro, inizia una fase di innovazione tecnologica del nostro canale, con una serie di servizi evoluti capace di rispondere sempre meglio alle esigenze dei cittadini”, ha affermato il Ceo Sisal durante il proprio intervento sottolineando il contributo allo sviluppo del canale di prossimità in Italia, ormai entrato nelle abitudini degli italiani e capace di incrementare l’uso della moneta elettronica nel Paese.

“L’importante investimento che annunciamo sulla rete di prossimità, testimonia un’ulteriore accelerazione che vogliamo imprimere al business dei servizi di pagamento SisalPay e all’evoluzione della dotazione tecnologica presente nella nostra rete di punti vendita – ha spiegato Emilio Petrone -. Un’evoluzione che stimolerà ulteriormente lo sviluppo della moneta digitale nel nostro Paese. Grazie a strumenti cashless, infatti, la nostra rete ha già contribuito ad un cambiamento delle abitudini di consumo delle persone dal contante a strumenti tracciabili, raggiungendo un volume di transazioni tramite moneta elettronica pari al 20% del totale, in continua crescita a doppia cifra anno su anno: un contributo significativo allo sviluppo del Paese e alla realizzazione dell’Agenda Digitale”.

Per raggiungere questi obiettivi Sisal ha inoltre recentemente stretto accordi con aziende italiane leader per la fornitura di soluzioni all’avanguardia che miglioreranno l’offerta e la fruizione dei servizi del canale rivolti al cittadino. Tutti gli esercizi convenzionati con il canale di prossimità possono già contare su moderne dotazioni tecnologiche – come ad esempio POS di ultima generazione che consentono ai cittadini di pagare tramite strumenti di moneta digitale.

I tratti, questi, di una strategia aziendale che traduce un impegno e una forte partecipazione attiva nell’evoluzione digitale del Paese, a favore della Pubblica Amministrazione, testimoniati dal recente importante accordo tra Sisal Group e l’Agenzia per l’Italia Digitale, nell’ambito del progetto PagoPA. Si tratta di un’iniziativa strategica dell’Agenda Digitale del Paese, che consente a cittadini e imprese di effettuare e gestire pagamenti in modalità elettronica (tributi, multe, ticket sanitari, bolli auto, rette scolastiche etc.) verso le Amministrazioni locali e centrali, con estrema sicurezza e semplicità.

“Siamo orgogliosi – commenta Emilio Petrone – di essere al fianco della Pubblica Amministrazione, come partner di innovazione tecnologica, per partecipare al cambiamento, sostenere l’evoluzione digitale del Paese semplificando il rapporto tra cittadini e amministrazione, mettendo a disposizione della collettività la nostra esperienza nell’utilizzo e nella fruizione semplificata dei servizi di pagamento”.

Nella cornice pionieristica dell’EY Capri Digital Summit si è così delineato un sentiero in ascesa pronto ad essere percorso da un gruppo che, per sua mission, innova per tradizione.

SimTur

SHARE THIS